Catasto, ecco le novità

Dal 9 novembre  l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili nuovi dati nella visura catastale. Oltre ai dati identificativi come comune, foglio, particella e subalterno, e di classamento come categoria catastale, consistenza e rendita, troveremo anche la superficie catastale e la superficie ai fini TARI (tassa rifiuti).

La superficie catastale viene determinata tenendo conto anche di eventuali aree scoperte, balconi, terrazze e dei vani accessori. I metri quadri TARI,  il dato utile ai fini di calcolare l’imposta per lo smaltimento rifiuti, invece non considera le superfici scoperte.

Ai proprietari di immobili non dotati di planimetria catastale e di conseguenza anche del dato relativo alla metratura, è riservata la possibilità di presentare dichiarazione di aggiornamento catastale. Anche in caso di incoerenza tra la planimetria e la superficie calcolata,  gli interessati potranno inviare comunicazione tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.