Detrazioni fiscali per ristrutturare casa, innalzato eco-bonus

E’ stata prorogata fino al 31/12/2013 la detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per ristrutturare casa.  Sono stati confermati il tetto massimo della spesa-96.000 euro, la ripartizione in 10 rate annuali,  i beneficiari della detrazione ovvero i titolari di diritto reale sull’immobile ristrutturato.

Importante novità per chi ha cominciato la ristrutturazione a partire dal 26/06/2012 e il ” bonus mobili” che permette a portare in detrazione anche la spesa per acquisto di mobili ed elettrodomestici ad incasso finalizzati all’arredamento dell’immobile ristrutturato.

L’Eco-bonus invece passa al 65% con proroga fino al 31/12/2013 per i privati e fino al 30/06/2014 per i condomìni che effettuano gli interventi di riqualificazione energetica come installazione di pannelli solari per la produzione dell’acqua calda, interventi sugli involucri degli edifici, ecc.

Chi vuole usufruire dei bonus dovrà conservare tutta la documentazione inerente alla ristrutturazione così come le fatture, per dimostrare che le spese sostenute sono soggette alle agevolazioni in questione . Occorre fare tutti i pagamenti tramite bonifico bancario indicando il codice fiscale del contribuente, la partita IVA dell’azienda che esegue i lavori e la causale dei versamenti con riferimento alla legge che introduce le agevolazioni.